17 aprile 2018

ALL'INIZIO CI SONO LE MONTAGNE, POI NON CI SONO PIÙ LE MONTAGNE, POI CI SONO ANCORA LE MONTAGNE



Guardando le montagne, voi cosa vedete? A cosa credete? A quel sentimento che, probabilmente fa breccia in un silente gemito di meraviglia improvvisa, o alla pittura della voce che altrettanto probabilmente vorrà disegnare tutte le vostre impressioni sulla tela bianca di un momento da condividere con qualcuno …

E allora La montagna diventa l’Interpretazione della montagna, la “vostra” montagna, la “nostra” montagna, la montagna verde, pacifica o terrifica, bella, intensa, raccapricciante, sgomenta, irresistibile, padrona della nostra percezione, dei sentimenti che ci suscita, della nostra emanazione sensoriale, dei commenti, delle gioie o dei dolori condivisi, di magie al chiaro di luna… Montagna degli amanti, dei sognatori, dei poeti, degli scalatori, dei mistici che meditano nelle sue più scomode e remote cavità …


“All'inizio ci sono le montagne, poi non ci sono più le montagne, poi ci sono ancora le montagne” (Detto zen)



"Tu pensi che un uomo può cambiare il suo destino? "Io penso che un uomo fa ciò che può finché il suo destino di rivela"
(L'ultimo samurai)




CONSIGLI DI LETTURA

Chi Sono Io?
La ricerca più sacra
€ 17

Il Canto dello Zen
Il senso vivente di otto fondamentali testi zen
€ 24

La Presenza di Ramana Maharshi
Scritti inediti, colloqui, istruzioni, aneddoti
€ 17.5

La Quintessenza del Vedanta
€ 15

Il Tao della Mistica
Le vie della contemplazione tra Oriente e Occidente
€ 18

Detti di un Maestro Yoga
€ 14

Un Nuovo Mondo
Riconosci il vero senso della tua vita
Voto medio su 73 recensioni: Da non perdere
€ 11

Nessun commento:

Posta un commento