13 settembre 2015

IL SIGNIFICATO ESOTERICO DI AVATAR E PANDORA


“Solo il cuore può aiutare la ragione
a compiere il sacrificio di sé,
sacrificio che è al tempo stesso

il suo trionfo e il suo compimento”

Nel suo atto di abbandono totale all’amore – che è anche sposalizio divino con la sua parte selvaggia (la donna Na’Vi), tra maschile e femminile, razionalità e senso mistico – egli rinasce a nuova vita, la vita da Na’Vi nella terra dove a comandare è lo spirito di Eywa, la Grande Madre, dove vigono le leggi naturali del ritmo e della Bellezza, dove le piante sono fluorescenti, i rami degli alberi diventano amache, la natura rigogliosa è in uno stato di grazia supremo e i suoi abitanti custodi ne sono altrettanto nutriti, accuditi…  La prima cosa che deve imparare l’Avatar-Jake non appena rimane solo per una notte intera nella foresta (la notte oscura dell’anima), è comunicare con questo Spirito della Grande Madre Eywa, ovvero con il lato invisibile delle cose, affinare i sensi, le percezioni, stare all’erta in uno stato sempre vigile perché ogni minimo passo falso quella notte sarebbe risultato fatale. Leggi tutto: Il significato esoterico di Avatar e Pandora alla luce della visione immaginalista di origine tantrico sciamanica




LA NOTTE PLUVIALE MI CHIEDE DI MORIRE PIU' IN FRETTA
DISTINTI MA NON SEPARATI 

10 settembre 2015

UN DESTINO E' UN DESTINO! (DIECI SETTEMBRE DUEMILAQUINDICI)

Io ho un destino, amore, e so di averlo! 
Non dovrò fare nulla di nuovo,
né illuminare qualcosa che prima illuminato non fosse, 
bensì io dovrò semplicemente rimuovere l'idea 
che ciò che é luminoso tale invece non sia. 
Questo é il destino di Thónbàn Hlá! 
E non che questo destino serva a qualcuno. 
A che serve un destino? A niente, a nessuno. 
Un destino é un destino!

Autoscatto nel souq di Marrakech, in una tienda di un ragazzo Tuareg, Agosto 2015

 Cresceva nello spirito, poichè nutriva gli dei che la popolavano.

Permanendo nello stato naturale
io vado ovunque 
senza paura

Jemaa el-Fna, Marrakech, Agosto 2015

 Nulla di ciò che ci portiamo dentro
è esente dall'accadere ...

Ma alla fine ciò che accade è ciò
che vuole la mia anima

 
Autoscatto nel souq di Marrakech, in una tienda di un ragazzo Tuareg, Agosto 2015

In questo mio corpo ci sono fiumi, mari, monti, campi, 
tutte le stelle e i pianeti.
Vi si muovono il sole e la luna,
autori della creazione e della distruzione.
Vi sono anche l'etere, l'aria,
il fuoco, l'acqua e la terra.

Spiaggia dei chorten, Boa Vista, Capo Verde, Agosto 2015

La mia estasi ha un solo fine, quello di danzare

Spiaggia di Boa Vista, Capo Verde, Agosto 2015

Brani tratti dal libro "Thónbàn Hlá, la leggenda", di Selene Calloni Williams