02 agosto 2020

Voci poetiche | Il significato dei Girasoli


La potenza risvegliante del messaggio eliocentrico dei 
girasoli. 

Sono uno dei simboli dell'estate, la loro voce poetica sussurra un messaggio chiarificante e vivificante per chiunque voglia ascoltarlo. A me è giunto così, in questi giorni di incontri ravvicinati con questi fiori letteralmente solari, e come prassi del mestiere del dare, lo dono a voi con gioia e per il massimo bene di tutti. 

I girasoli seguono la rotazione del sole, da est a ovest, il che vuol dire che danno le spalle al sole, non lo guardano in faccia perché seguono la sua stessa direzione, in un certo senso sposano la stessa visione del sole, non si "limitano" a contemplarlo. 
È una bellissima immagine poetica di grande forza, quella che arriva dai girasoli! Essi non guardano il sole, anzi gli danno le spalle, perché sono come il sole, in un certo senso guardano come lui, hanno sposato il suo sguardo e la sua visione. 
Non lo contemplano, non lo guardano invocanti, non lo pregano, non lo meditano. 
Lo incarnano direttamente. 
Seguono il suo ritmo, il suo sorgere e tramontare, vedono come lui, svettano da terra tenendo bien alta la mirada, alto lo sguardo sul mondo. 
Non è irriverenza dare le spalle al sole, è grazia per chi è diventato il suo proprio centro, per chi l'ha trovato senza andare a cercare fuori di Sé, per chi ha espanso il plesso solare fino a interrompere la divisione egoica tra volontà personale e piano universale, per chi ha dato alla luce se stesso. Per chi splende di luce propria e fa della sua vita radianza pura, naturale e spontaneamente si dona al mondo e alla vita. 



MEDITAZIONE CON I GIRASOLI, BASTA UN ISTANTE

La suggestione che lascio a chi leggerà queste righe è questa: ogni volta che incontri un girasole, ringrazialo per il messaggio potente che la sua Bellezza vuole darti. Anche solo per un istante, immedesimati in lui, Lui che vede come il Sole, e prova a sentire una visione più chiara, espansa, vibrante e luminosa scaturire dalle profondità del tuo essere.

Guardo dovunque, 
cerco qualcosa, 
sono disintegrato dagli occhi  
e l'istante mi reintegra.

(Lőrinc Szabó, poeta ungherese)

Dona a Lui la soluzione di problemi che ti sembrano irrisolvibili, se è questo il tuo caso, oppure di qualsiasi rompicapo o dubbio o incertezza o disagio che non ti consente di vivere pienamente con gioia il momento presente. Forse sentirai qualcosa all'altezza del plesso solare o cardiaco, forse sentirai in una maniera soltanto tua. Tienitela stretta e poi continua le faccende di sempre, rimanendo aperto e fiducioso come la corolla del girasole nelle ore diurne, concedendoti riposo e rallentamento di attività frenetiche nelle ore notturne... 
Il girasole non si "rompe il capo", muta direzione, gira lo sguardo, cambia prospettiva, e ha in sé il colore / calore del sole.
Un richiamo immanente alla forza motrice che rende possibile la vita sulla terra, tanto nota al "pittore dei girasoli" per eccellenza Vincent Van Gogh il quale pareva trarre dalla pittura immedesimativa di questi fiori una fortissima consolazione " ... che anche quando si piega e appassisce, conserva in sé la forza che gli ha dato il sole."



Come scrissi in un altro post, qualche anno fa:

"Ci dimentichiamo spesso che noi siamo come il sole, in quanto parte integrante dell’universo, e abbiamo non solo il diritto ma anche il dovere di splendere. Se il sole smettesse di irradiare la sua luce vitale, non ci sarebbe più vita sulla terra. Immedesimatevi con il sole e capirete il danno che perpetuate se limitate la vostra espansione luminosa per difendere preventivamente qualcuno da qualche eventuale danno." (Il post integrale puoi leggerlo qui: Se ami qualcuno liberalo da te


Concludo con le parole di un grande maestro molto amante del Sole di cui proprio in questi caldi giorni estivi ho ripreso in mano un libro dedicato allo yoga del sole:

" Come pensate di risolvere i vostri problemi in questa anarchia?
Bisogna prima essere come un sistema solare, possedere interiormente il sole, affinché tutto possa gravitare intorno a un centro, ma che sia un centro luminoso, che diffonda calore e non un centro opaco, spento, insignificante... Coraggio, fate una buona pulizia! Tutti coloro che avete considerato come guide, siano essi sciocchi o sapienti o personaggi storici, vanno verificati uno per uno chiedendo loro : "Sei forse luminoso come il sole? No? Allora vattene!... Tu emani calore come il sole? No? Allora fuori di qui, questo non è il tuo posto!" E dopo questa purificazione, introducete in voi il sole. E quando prenderà il suo posto centrale, quando sarà presente in voi, reale, vivente, vedrete di che cosa è capace". (Omraam Mikhaël Aïvanhov, Lo Yoga del Sole -  Gli Splendori di Tipheret)


11 secondi di pura Bellezza
Lo Yoga del Sole
Gli Splendori di Tipheret
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
€ 19,00

Il Mestiere del Dare
€ 8,00

Surya Namaskara
Una Tecnica di Rivitalizzazione Solare
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
€ 21,00

Nessun commento:

Posta un commento